Archivi categoria: Carne

Ricetta del Siopao, cucina filippina al vapore.

Oggi la nostra mitica tata e governante filippina, Virgie, per cui ho un rispetto totale e lei un’affezione particolare per tutti noi, ha cucinato Siopao (si pronuncia sciopao), un piatto tipico della cucina filippina.

La tata Virgie non vuole farsi fotografare.

La tata Virgie non vuole farsi fotografare.

È un piatto a  base di carne trita e pasta per fare il pane. Noi abbiamo usato carne di manzo ma va bene anche carne di maiale.

L’ingrediente che Virgie usa a casa sua ma che qui le ho vietato è la oyster sauce… io il pesce non lo sopporto,
figuriamoci la oyster sauce! :-)

Prima di tutto ho preparato una pagnotta cruda facendo impastare nella macchina del pane, con il comando dough:

  • 200 gr. farina di grano duro
  • 300 gr. farina bianca  tipo 0
  • 300 ml. di latte freddo intero
  • 1/2 panetto di lievito
  • 2 cucchiaini di sale fino
  • 1 cucchiaino raso di zucchero bianco

Dopo un’ora e mezza la pasta era pronta e l’abbiamo lasciata lievitare per 2 ore coperta da un panno.

Intanto Virgie ha cucinato:

  • 500 gr. carne trita di manzo
  • 1 cipolla e 2 spicchio d’aglio tritati
  • sale e pepe
  • 1 cucchiaino di malto di riso ma si può usare anche zucchero di canna

Il ripieno del Siopao, a base di carne trita.

Al termine della cottura ha lavorato la pagnotta di pane, dopo averla unta tutta, fino a farla diventare un serpentone corto ma bello grosso.

Dopodiché ha tagliato il serpentone in pezzi per poi preparare i “pacchettini” da riempire con la carne, appiattendo una alla volta i pezzi di pane.

Il pane è stato suddiviso in parti.

Il pane è stato suddiviso in parti…

...e quindi appiattiti per potere stendervi la carne.

…e quindi appiattito per potere stendervi la carne.

A uno a uno si pone della carne sul dischetto di pane e lo si chiude facendo dei veri e propri pacchetti, dopodichè vengono disposti su foglietti di carta da forno in modo che sulla griglia della cottura a vapore il pane non coli nella pentola.

I Siopao crudi vengono disposti su carta forno.

I Siopao crudi vengono disposti su carta forno.

Infine i Siopao vengono cotti, al vapore, per 15 minuti.

I Siopao in cottura.

I Siopao in cottura.

Sono ottimi, a prova di M6 che in casa di solito non mangia nulla!

Forse non ha un aspetto molto invitante ma M6 assicura che è ottimo.

Forse non ha un aspetto molto invitante ma M6 assicura che è ottimo.

Un trucco: se il vapore è eccessivo Virgie pone un panno umido intorno al coperchio per non fare cadere le gocce sul pane che rovinerebbero la cottura dei Siopao.

Se il il vapore è eccessivo fate così.

Se il il vapore è eccessivo fate così.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Carne, cucina filippina, Famiglia, Pane, ricette

Polpettone per Natale

SLURP!

SLURP!

Il 25 dicembre saremo a pranzo da mia suocera dove ognuno porta qualcosa da mangiare.

Io mi sono offerta di comprare e cuocere il polpettone, dopodichè mi son detta, perché non prepararlo con le mie manine? :-) ovviamente non l’ho mai fatto in vita mia e mia suocera è una cuoca provetta che con 6 figli in casa preparava sempre qualcosa di diverso e delizioso. Mitica.

Però mia suocera è un tesoro che certo non mi caccia di casa se preparo una schifezza. In ogni caso ho deciso di fare una prova per vedere l’esito prima di doverlo preparare per 15 persone.

Ecco il procedimento.

INGREDIENTI per 6 persone:

  • 400 gr di polpa trita
  • 2 uova
  • farina
  • 100 gr di salsiccia
  • 2 cucchiai di pane grattuggiato
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 2 cucchiai di formaggio grattuggiato
  • olio e burro
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 mestolo di acqua calda
  • sale e pepe
Impasto di uova, carne salsiccia, formaggio e pane grattuggiato, sale, pepe, farina e prezzemolo.

Impastare gli ingredienti con le mani fino ad amalgamarli.

In una terrina mettere la carne, la salsiccia privata della pelle, le uova, 2 cucchiai di farina, il pane grattuggiato, il prezzemolo, il formaggio, sale e pepe.

Lavorare l’impasto con le mani fino a renderlo ben amalgamato. Dargli un forma allungata e ovale, passarlo nella farina e poi nell’olio per evitare che il polpettone si rompa durante la cottura.

Passare il polpettone nella farina e poi nell'olio.

Passare il polpettone prima nella farina e poi nell’olio.

Nella terrina scaldare olio e burro.

Nella casseruola scaldare olio e burro.

In una casseruola scaldare olio e burro e fare rosolare il polpettone su ogni lato.
Bagnarlo con il vino bianco a fiamma vivace per farlo evaporare, quindi versare un mestolo di acqua calda.

Rosolare il polpettone, aggiungere vino, farlo evaporare e infine acqua calda.

Rosolare il polpettone.

Continuare la cottura a fuoco basso e a recipiente coperto per almeno 90′ e girare il polpettone dopo 45′. Se necessario durante la cottura aggiungere acqua calda.

Quando il polpettone è cotto lasciarlo riposare nel tegame per 10 minuti, quindi toglierlo con delicatezza e affettarlo. Nonostante abbia molti coltelli da cucina, per tagliare la carne uso quello elettrico che mi assicura un taglio delle fette più netto.

Scaldare il fondo di cottura e versarlo sul polpettone; servire con verdure cotte, patate o piselli.

Qui è piaciuto a tutti, speriamo che il polpettone per Natale mi venga altrettanto bene!

Lascia un commento

Archiviato in Carne, ricette