Archivi categoria: Eventi

Dash: #50anniaccantoavoi

immagine campagna dash

50 anni fa, nel 1966, non ero ancora nata ma da lì a poco, i miei genitori avrebbero messo su famiglia e accolto 3 figli in 4 anni…

Ho un ricordo nitido dei fustini Dash che hanno accompagnato mia madre nel ménage familiare, sicuramente per i colori vivaci ma anche per il profumo particolare quando erano pieni di detersivo; profumo che rimaneva, anche solo come sensazione, quando lo riempivamo di giocattoli una volta esaurito il contenuto.

Quest’anno, per festeggiare il 50° anniversario, Dash ha dato il via a un nuovo progetto sociale per aiutare le persone in difficoltà in Italia: Dash infatti sostiene la Fondazione Banco Alimentare Onlus che mira a distribuire fino a 3 milioni di pasti a supporto della missione contro la povertà alimentare.

Sul sito della Fondazione Banco Alimentare si trovano le indicazioni per sostenere la campagna #50anniaccantoavoi.

Purtroppo non ho un fustino degli anni ’70-’80; questo che ho ricevuto a casa è già pieno di giochi delle mie figlie e mi porterà indietro nel tempo con tanta nostalgia :-)

Il nostro fustino Dash.

Il nostro fustino Dash.

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Educazione, Eventi, iniziative

La pesca sostenibile di ASdoMAR

Sapete che la fama dello squalo vorace è falsa? Trattandosi di un pesce cartilagineo, impiega due settimane per digerire un pesciolino…

E sapete che il lamantino mangia 95 kg di insalata al giorno? Personalmente non sapevo che animale fosse il lamantino… è parecchio grossino ma molto dolce e innocuo.

Il lamantino mangia 95 kg di insalata al giorno.

Il lamantino mangia 95 kg di insalata al giorno.

Queste e altre curiose e divertenti informazioni ci sono state raccontate da una simpatica guida che ha condotto le mie figlie e me, insieme ad altri amici, nuovi e meno nuovi, alla scoperta dell’Acquario di Genova.

ASdoMAR, marchio italiano leader nel mercato del tonno, in collaborazione con l’Acquario di Genova, organizza delle speciali animazioni edutainment per imparare che pesci pigliare.

Ogni week-end fino al 31 agosto, agli acquari di Genova, Livorno, Cattolica e Cala Gonone, adulti e bambini saranno coinvolti in attività che esemplificano, in maniera divertente e coinvolgente, i concetti della pesca sostenibile:

  • la taglia minima di cattura
  • la maturità del pesce
  • i metodi di pesca selettivi
  • la tracciabilità del prodotto
  • il metodo di pesca
  • la zona di lavorazione
Il gioco finale, per grandi e piccoli.

Il gioco finale, per grandi e piccoli.

ASdoMAR, in collaborazione con Costa Edutainment, ha lanciato anche un divertente concorso per chi è iscritto a Facebook, TONN OF LOVE, valido fino al 31 agosto; in palio forniture annuali di prodotti ASdoMAr e 6 week-end per 2 persone in località italiane.

Io resto sempre molto affascinata dalle meduse, che danzano nell’acqua con un’armonia unica.

Armonia pura.

Armonia pura.

Adesso non ci resta che goderci la fornitura ASdoMAR con tante deliziose ricette.

Una bella sorpresa ci attendeva al termine del percorso.

Una bella sorpresa ci attendeva al termine del percorso.

Lascia un commento

Archiviato in bimbi, Educazione, Eventi, Famiglia, iniziative, Italia

Inventario, la mostra di Emme Edizioni.

Termina il 1° dicembre ed è imperdibile.

Gianni Rodari, Bertold Brecht, Bruno Munari, Beatrix Potter, Guy Monreal, Tatjana Hauptmann sono solo alcuni degli autori dei libri in mostra a Palazzo Reale a Milano. Inventario fra le parole e le immagini illustra un centinaio di libri pubblicati dal 1966 al 1985 dalla Emme Edizioni, fondata nel 1965 da Rosellina Archinto.

Con tutto rispetto per Peppa Pig ma il libro “Un giorno nella vita di Cecilia Lardò” è qualcosa di fenomenale! Vi basti osservare e ammirare i dettagli di questo disegno.

Cecilia Lardò

Un giorno nella vita di Cecilia Lardò

Su prenotazione si può partecipare a un bellissimo laboratorio per i bambini (4-7 anni) con materiale di ogni tipo, colori e naturalmente carta con lo scopo di imparare a costruire un libro.

Dopo una bella visita ai libri esposti alle pareti ci siamo seduti ad ascoltare Anna e Barbara che hanno letto, o meglio animato alcune letture alle spalle di una libreria anch’essa a forma di libro.  M6 non ha staccato loro gli occhi di dosso.

Circa 100 libri da ammirare con i propri bimbi.

Circa 100 libri da ammirare con i propri bimbi.

M6 non perde una parola delle letture animate.

M6 non perde una parola delle letture animate.

Infine delle divertenti orme colorate ci hanno condotto ad alcuni tavolini pieni di  materiale e colori per concludere la visita alla mostra con un interessante laboratorio: Barbara Archetti ha spiegato ad adulti e bambini come realizzare un libro e ogni bimbo ha realizzato e inventato il suo con una storia personale che poi ha raccontato a tutti.

È stata una mattina divertente e istruttiva. M6 è tornata a casa entusiasta e con molta voglia di lavorare con forbici, colla, materiale vario e quant’altro trovasse in casa. Devo controllare cosa prende per realizzare i prossimi libri.

Adoro guardare M6 che disegna, scrive, ritaglia, incolla...

Adoro guardare M6 che disegna, scrive, ritaglia, incolla…

PicMonkey Collage

Di seguito i laboratori che si svolgono nei fine settimana.

sabato 16 novembre, ore 16.30-18.00
domenica 17 novembre, ore 16.30-18.00

sabato 30 novembre, ore 16.30-18.00
domenica 1° dicembre, ore 16.30-18.00

Costo: 5,00 euro a bambino
Prenotazione obbligatoria: Anna Pisapia, anna.pisapia@gmail.com

Speciale Bookcity
sabato 23 novembre, ore 16.30-18.30
Laboratorio Armani JR per decorare i bozzetti della collezione Armani Junior

domenica 24 novembre, ore 10.30-12.00
Visita guidata e un laboratorio di costruzione di libri, a cura di Francesca Archinto e Anna Pisapia.

3 commenti

Archiviato in bimbi, Educazione, Eventi, iniziative, libri

A Milano la mostra dedicata al ciclo della vita dei prodotti.

logo7

Al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano è stata rinnovata la mostra interattiva Da cosa nasce cosa. Il ciclo della vita dei prodotti.

Sono stata invitata a visitare la mostra con C3 e M6.

Attraverso giochi multimediali, video e postazioni interattive, i visitatori sono stimolati a scoprire “il viaggio” dei prodotti prima di arrivare a noi e dopo che ce ne liberiamo, aumentando la consapevolezza del pubblico nelle proprie scelte di consumo.

Una delle mie poche certezze relative all’educazione delle mie figlie si fonda sul rispetto della natura, dei luoghi, delle persone e degli oggetti che ci circondano; quindi ho iniziato fin dalla loro più tenera età a spiegare  pochi e semplici concetti relativi al risparmio e allo spreco di risorse.

Ho ritenuto utile che partecipassero anch’esse a questa interessante visita guidata perché, come sintetizza benissimo Pippo Ranci, Presidente del Consiglio di Sorveglianza di A2A,

“crediamo sia fondamentale la diffusione di una cultura della corretta gestione delle risorse, soprattutto tra le nuove generazioni.”

La mostra interattiva si sviluppa in diverse sale del museo ed è suddivisa in 5 parti:

0. progettazione,
1. produzione,
2. distribuzione,
3. uso,
4. dismissione.

La mostra è molto interessante e svela percorsi e concetti per nulla scontati.

Per esempio, lo sapete che una bottiglietta di PET è riciclabile al 100%? Io non lo sapevo.

Con la corretta raccolta differenziata una bottiglia in PET può trasformarsi in tanti oggetti diversi.

Con la corretta raccolta differenziata una bottiglia in PET può trasformarsi in tanti oggetti diversi.

La parte che più ha interessato e divertito M6 è stata nella sezione della distribuzione, la seconda fase del ciclo di vita di un prodotto. In questa fase sono trattati i temi dell’imballaggio e del trasporto.

I visitatori si confrontano con un exhibit meccanico, in cui devono valutare il “peso” del trasporto di 5 frutti in termini di consumo di materia/energia e produzione di scarti/emissioni nella fase di trasporto.

Per ogni frutto, kiwi, cocco, ananas, mango e banana è indicata la provenienza (e relativa distanza dall’Italia) e la deperibilità.

il “peso” del trasporto di 5 frutti: kiwi, cocco, ananas, mango e banana.

Il “peso” del trasporto di 5 frutti: kiwi, cocco, ananas, mango e banana.

E poi c’è un gioco multimediale, molto interessante, ideato e sviluppato dal Museo chiamato Trash Mania.

Il gioco multimediale Trash Mania.

Il gioco multimediale Trash Mania.

Non so dire con esattezza cosa sia rimasto della mostra nella testa delle mie figlie, soprattutto di C3 ma semino dopo semino la mia speranza è che si ricordino dei valori che ho loro trasmesso e che siano di esempio per gli amici e i loro figli.

1 Commento

Archiviato in Educazione, Eventi, iniziative, Recensioni

Videogiochi sì ma sicuri.

Siamo tranquilli quando i nostri figli giocano con i videogiochi? Sappiamo cosa hanno tra le mani? Cosa stanno guardando e ascoltando?

Personalmente ho sempre amato i videogiochi; ai miei tempi trascorrevo pomeriggi incollata alla tv di una amica a giocare con l’Atari e in gita scolastica mi ricordo i viaggi a passarci gli scacciapensieri, ve li ricordate?!?

Da mamma, ora, sapendo che M5 ha preso la mia passione per i videogiochi, è necessario uno sforzo da parte mia per accertarmi di proporle, e assicurarle, un ambiente adatto alla sua età, sì, anche nella valutazione dei videogiochi che usa, e al tempo che vi dedica.

Per questo ho apprezzato la campagna di comunicazione per il gioco sicuro lanciata da AESVI, a cui anche FattoreMamma sta collaborando.

L’idea principale è quella di diffondere la conoscenza del sistema PEGIPan European Game Information – che classifica i videogiochi in base al contenuto, suggerendo l’età più adatta all’uso del videogioco stesso.

In attesa della Games Week che si svolgerà a Milano dal 9 all’11 novembre, AESVI ha lanciato il concorso “Senza sicurezza non si videogioca” il cui regolamento e le modalità di partecipazione sono illustrate sul sito www.videogiocasicuro.it. Il concorso mette in palio biglietti omaggio per il consumer show e buoni acquisto GameStop.

Lascia un commento

Archiviato in bimbi, Eventi, giochi

Babybel Babybel Babies all the way!

Sì lo so, non siamo proprio prossimi al Natale.  In ogni caso M5 parla della letterina da scrivere a Babbo Natale fin dai primi di settembre.

Pochi giorni dopo ho ricevuto l’invito da FattoreMamma a partecipare all’evento #CenaBabybel, A tavola non si gioca ma ci si diverte, durante il quale avremmo dovuto lavorare di fantasia e di mani per realizzare un piatto con i famosi formaggini avvolti da cera rossa; in quel momento ho iniziato a canticchiare, sulla melodia di Jingle Bells, Babybel Babybel Babies all the wayyyyy!!!!

E in effetti la location è stata invasa dai nostri bei bimbi scatenati e desiderosi di manipolare cera tutta la sera.

Avrei dovuto esercitarmi con la cera e i formaggini Babybel, e invece, accompagnata da M5, da Smamma e dal suo splendido bambino, sono arrivata nel bel ristorante La Pobbia solo con l’idea che il mio piatto sarebbe stato natalizio.

Iniziato l’evento i bambini si sono messi all’opera con la cera che ricopre i deliziosi formaggini modellando con le loro agili mani le invenzioni più disparate.

M5 ha scelto di modellare i Babybel e fare smalto per unghie, è in fase femmina femmina e tutti i giorni mi chiede di potersi mettere lo smalto, richiesta alla quale non ho ancora accondisceso.

Però trovo molto divertente e di grande effetto usare la cera rossa come smalto. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in bimbi, Eventi