Archivi del mese: maggio 2015

4a Tappa: Kiefersfelden-Erlensee (50 km)

Il wifi è solo per coloro che restano per più di due notti...

Il wifi è solo per pochi.

La colazione alla Gasthaus Gutz è piuttosto modesta. Inoltre il proprietario, che il giorno prima, ci aveva proposto le camere a 60 euro, oggi ci ha fatto pagare 70 euro. Inoltre il giorno prima gli abbiamo chiesto l’accesso al wifi e ci ha risposto che è solo per coloro che stanno da loro più di due notti…

Pessima ospitalità, location sconsigliata!

Ripartiamo piuttosto delusi e ci fermiamo subito all’info point a Kiefersfelden (Kaiser-Reich Information, Dorfstesse 23) dove troviamo i gentilissimi Andrea Weber e Werner Schroller che, oltre a regalare vari gadget ai bimbi, ci aiutano, telefonando a Privatzimmer, Gasthaus e Hotel, a cercare un pernottamento per la notte. Purtroppo è tutto occupato e l’unica soluzione è il campeggio a Erlensee che ha delle piazzole libere. Facciamo la spesa e partiamo.

Andrea Weber e Werner Schroller, gentilissimi.

Andrea Weber e Werner Schroller, gentilissimi.

Per riprendere la Innradweg dobbiamo attraversare il fiume, sfruttando la corrente e la barca di cui parlavamo nella tappa precedente. Ad accoglierci alla darsena due simpatici pensionati che caricano bici e turisti e ci fanno attraversare il fiume. I bimbi si divertono tantissimo anche se l’esperienza è molto breve.

Attraversiamo l'Inn sfruttando la corrente.

Attraversiamo l’Inn sfruttando la corrente.

Lungo la strada, oggi è una bellissima giornata, cerchiamo un lago che sembra essere balneabile. Alla fine di una strada sterrata che pare per nulla frequentata troviamo il laghetto, ma chissà se è veramente balneabile?  Desistiamo e ci fermiamo a pranzare lungo il fiume, dopodiché ripartiamo per raggiungere il campeggio a Erlensee.

L’Inn è il confine naturale tra l’Austria e la Germania e lungo la strada incontriamo edifici di altri tempi come quello nella foto che era la Gasthaus della dogana risalente al 1895.

Gasthof Zollhaus

Gasthof Zollhaus

1895-1995

1895-1995

Arrivati al campeggio Erlensee, Ulla e Sonja, le responsabili del campeggio, molto gentili, ci propongono di montare le tende su un bellissimo praticello. I bimbi fanno un giro in pedalò sul laghetto che non è per nulla invitante, deve essere acqua dell’Inn, anche se alcuni ragazzi fanno il bagno…

A ridosso del campeggio c’è un Biergarten aperto fino alle 21: si chiama Ausflugsgastaette Erlensee. La specialità suggerita da Andrea e Werner dell’info point di Kiefersfelden è la Wiener-Schnitzel, ci fidiamo e facciamo bene; c’è chi la prende di maiale e chi di vitello. Ottime tutte.

Birra meritata.

Birra meritata.

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in bici, bimbi, Cicloturismo, Turismo, vacanze

3a Tappa: Angath-Kiefersfelden (25 km)

Ci svegliamo e piove, la colazione è abbondante ma nulla di che.

Partiamo senza pioggia ma con il cielo, dopo avere assistito al taglio delle unghie delle mucche. I bimbi sono affascinati, in effetti non capita tutti i giorni una scena simile :-)

Guardate cosa fanno alle mucche...

Guardate cosa fanno alle mucche…

 

... la pedicure!

… la pedicure!

A 8 km da Kiefersfelden inizia a piovere a dirotto ma ci copriamo con i giacchini da pioggia…

assetto antipioggia.

assetto antipioggia.

…e proseguiamo anche perché ci siamo fermati a lungo ad aggiustare la camera d’aria di M7 che ha bucato 2 volte.

Riparazione bici.

Riparazione bici.

A Kufstein abbandoniamo la Innradweg che attraversa l’Inn e passa dall’altro lato del fiume.
Proseguiamo lungo la ciclabile che corre lungo il fiume e all’altezza di un battellino che attraversa il fiume con il cavo d’acciaio sfruttando la corrente, lasciamo l’Inn e ci dirigiamo nel centro del paese.

Troviamo la Gasthaus Gutz e ci sistemiamo nelle camere (70 euro). Doccia e poi pranzo sul balcone. Siamo piuttosto stanchi.

La sera ceniamo al ristorante Zur Post, che è anche hotel. Ottimi piatti, economici e servizio impeccabile.

1 Commento

Archiviato in bici, bimbi, Cicloturismo, Famiglia, Turismo, vacanze