Archivi del mese: dicembre 2011

Kapla – Gioco di costruzioni

Una delle passate domeniche M4 non è potuta uscire di casa a causa dell’otite. Fortuna che i nonni sono venuti a trovarci e M4 con l’aiuto del nonno alto 1,90 ha giocato con il Kapla facendo una semplice ma altissssssima torre. È un gioco creativo che io consiglio vivamente.

Si tratta di tavolette unimodulari di legno naturale di pino marittimo coltivato, finemente squadrate, ideali per costruire di tutto, senza fissaggio, ad ogni etá.
Non sono trattate e sono in accordo con tutte le norme di sicurezza europee.

L’uso del Kapla ha un grande valore pedagogico: sviluppa l’attitudine a organizzare gli elementi nelle tre dimensioni e affina la manualità. I bambini possono giocare soli aumentando la fiducia in se stessi, o in compagnia sviluppando anche il lavoro comune.

Ho comprato il fustino da 200 pezzi da Marco Faramelli che me lo ha spedito a casa appena effettuato il pagamento attraverso bonifico. Il pacco è arrivato a casa puntuale in due giorni, come previsto.

Anche C1 si è appassionata al Kapla ma per ora lei è più indirizzata a distruggere invece che costruire, infatti dormiva mentre i due architetti erano all’opera. Poi al risveglio ha fatto la sua parte.

Lascia un commento

Archiviato in bimbi, giochi

Giochiamo allo yoga

Quest’anno per il ponte di Sant’ambrogio/Immacolata siamo stati invitati nella casa al mare di amici.
La casa era popolata fondamentalmente da piccole femmine di età varie:
E. 4 anni + M. 4 anni + M. quasi 3 anni + C. 18 mesi + I. 1 mese

Considerando che le due più grandi non dormono più il pomeriggio, l’unico momento di calma assoluta era la sera dopo averle allettate tutte, ah che pace!!!

Tra le varie attività della bella vacanza oltre a stare in spiaggia a piedi scalzi con secchielli e palette e cercare di convincere noi genitori di lasciarle fare il bagno, le 5 zabette si sono dilettate nella pratica dello yoga con il libro di Claudia Porta, Giochiamo allo yoga.

Per noi ormai è un compagno di viaggio fedele e lo abbiamo regalato agli amici: un libro in cui due giovani personaggi immaginano di intraprendere un viaggio assumendo le pose di animali vari, il gatto, l’aquila, la farfalla…

“…La pratica regolare dello yoga permette di gestire l’ansia e lo stress, facilita la concentrazione, la memorizzazione e l’apprendimento, riduce l’impulsività e migliora la capacità di ascolto.”

Niente di meglio per fare calmare delle bimbe scatenate, in continua sollecitazione.

Le belle illustrazioni di Marghanita Hughes sono semplici, di facile consultazione anche per i bambini.

Personalmente ho frequentato un solo corso di yoga ma non riuscivo a seguirlo, mi addormentavo regolarmente. Praticarlo con le bambine è molto divertente e crea complicità.

Lascia un commento

Archiviato in bimbi, libri

Rotolo di zucca con Cime di Rapa

Abbonata alla consegna settimanale della verdura, questa volta nella cassetta ho trovato, insieme alle altre verdure, le cime di rapa. Aiuto! E ora come le cucino?

La newsletter dei miei fornitori, Bioexpress, proponeva una ricetta (a loro volta presa da Ricette Fantasia) che io ho copiato, modificato un filo e sottoposta al mio palato e a quello del marito. Alle figlie non ho nemmeno provato a proporlo, M4 è nella fase del tutto in bianco e zero verdura e rara frutta; C1 avrebbe anche potuto mangiarla o spalmarsela addosso e lanciarla sul parquet…

Comunque questo è l’elenco degli ingredienti necessari:

– 500 gr. zucca pulita

– 300 gr. di patate

-500 gr. di cime di rapa

– 100 gr. di pancetta affumicata

– fette di formaggio tipo provolone

– 1 uovo intero e 2 tuorli

– 3000 gr. di farina

– 1 scalogno

– 4 cucchiai di parmigiano grattuggiato

– burro

– sale e pepe

E questa la procedura:

Lessare le patate e cuocere a vapore la zucca, metterle in una ciotola capiente. Schiacciare i due ingredienti con la forchetta e unire le uova e la farina. aggiustare di sale e pepe. Impastare il tutto fino a ottenere una pasta che non si stacchi dalle mani; eventualmente unire ancora un po’ di farina. Sbollentare le cime di rapa in abbondante acqua e tritarle. Soffriggere lo scalogno e la pancetta e aggiungere le cime di rapa facendole saltare per 5-6 minuti.

Disporre un grande strofinaccio infarinato all’interno di una forma da plum cake e riempirla a metà con l’impasto di zucca, patate, farina e uova.
Aggiungere tute le cime di rapa e coprire tutto con il resto dell’impasto avanzato. Chiudere lo strofinaccio facendo due nodi sui lati corti.

Immergere lo strofinaccio in una pescera con acqua salata in ebollizione e cuocere per mezz’ora. Togliere dalla pescera e lasciare intiepidire. Quindi aprire lo strofinaccio e tagliare il rotolo a fette piuttosto spesse e disporle in una teglia imburrata.

Spolverizzare con il parmigiano grattuggiato e fare gratinare in forno a 250° per 10 minuti.

Esito: non male ma il sapore della zucca è molto forte per cui il consiglio del marito è quello di non lesinare con sale e pepe nell’impasto.

Lascia un commento

Archiviato in ricette

Calendario di Natale 2011

particolare-calendarioFinalmente ieri M4 ha aperto il suo primo pacchettino del suo primo calendario di Natale, la foto qui a lato mostra un dettaglio.

L’anno scorso ho comprato il kit per fare il calendario da Muji sapendo che lo avrei preparato quest’anno.

L’ho preso per tempo, lo so, sono cose che faccio quando mi vengono in mente, non quando “è l’ora di”, altrimenti sono sempre in ritardo.

Il kit è composto da 12 rettangoli di pannolenci di diversi colori, 1 ago, filo bianco Mouliné per ricamare e 24 mollettine.

Ho tagliato a metà ogni rettangolo perché diventassero 24 pezzi dopodichè ho cucito un pacchetto alla volta lasciando un lato libero da riempire con cioccolatini, piccoli evidenziatori, gomme, piccoli post-it, pacchettini di perline e altri oggettini che so fanno piacere a M4. Su ogni pacchettino ho scritto i numeri con il gesso.

Adesso il lavoro consiste nel convincere M4 a rispettare i tempi: un pacchettino al giorno fino al 24 dicembre, lei sta cercando di convincermi ad aprirli tutti, d’altronde come sua madre è curiosa come una bertuccia!

1 Commento

Archiviato in Natale