Archivi categoria: libri

Mappe di Italia illustrate

Il logo di ItalyforKids

Il logo di ItalyforKids

Da qualche mese la mia vita ha avuto una svolta significativa: ho deciso di diventare imprenditrice.

Con tutti i problemi del caso, prima di tutto economici, ho deciso di investire i miei risparmi in un’avventura, che per ora mi sta dando tante soddisfazioni riscontrabili nei commenti delle persone che seguono il mio progetto.

Ho fondato una casa editrice, ItalyforKids e ho prodotto una mappa illustrata di Milano con stickers. Questo è solo il primo nato di una serie di progetti che sto sviluppando assieme alla mia “sociamica” :-)

IMG_7724

Realizzare mappe delle città di Italia è un desiderio nato dalla necessità di vedere dei prodotti editoriali, relativi all’Italia, che già esistono per i paesi stranieri. Nei bookshop italiani e non si trovano sempre e solo materiali relativi alle città straniere: bellissime mappe illustrate di New York, Parigi, Londra, Los Angeles…

C7, giusto l’estate scorsa , in un nostro viaggio all’estero, ha voluto tenere in mano la mappa di Innsbruck per condurci al Goldenes Dachl. Tornata a Milano mi sono decisa e, assieme alla mia “sociamica” di cui sopra, mi sono data da fare per trovare un bravo illustratore che conoscesse già il mondo delle mappe, che non è così scontato.

Abbiamo scoperto una bellissima illustrazione di Mattia Cerato alla Libreria dei Ragazzi di via Tadino e dopo averlo contattato, ci siamo incontrati e il lavoro è partito subito, anche grazie all’entusiasmo di Mattia.

I destinatari delle mappe sono soprattutto i bambini ma abbiamo scoperto che anche gli adulti apprezzano la mappa, forse perché abbiamo riservato anche a loro delle curiosità: come scrive Arianna Chieli nel suo Fashioblabla “La città è abitata da adulti, bambini e da personaggi famosi che faranno sorridere anche i più grandi.” A voi il compito di scovarli, se vorrete scoprire la mappa.

Ora eccoci qui, distribuiti, per ora in circa 30 punti vendita a Milano e già con la mente rivolta ad altri prodotti for kids.

Ma di questo parlerò a tempo debito ;-)

Tanti bei saluti da Mammatutto Mappatutto.

 

Perché in via Tadino c'è un bimbo che legge?

Perché in via Tadino c’è un bimbo che legge?

Lascia un commento

Archiviato in bimbi, Educazione, Famiglia, giochi, Italia, libri, Milano, Turismo

Inventario, la mostra di Emme Edizioni.

Termina il 1° dicembre ed è imperdibile.

Gianni Rodari, Bertold Brecht, Bruno Munari, Beatrix Potter, Guy Monreal, Tatjana Hauptmann sono solo alcuni degli autori dei libri in mostra a Palazzo Reale a Milano. Inventario fra le parole e le immagini illustra un centinaio di libri pubblicati dal 1966 al 1985 dalla Emme Edizioni, fondata nel 1965 da Rosellina Archinto.

Con tutto rispetto per Peppa Pig ma il libro “Un giorno nella vita di Cecilia Lardò” è qualcosa di fenomenale! Vi basti osservare e ammirare i dettagli di questo disegno.

Cecilia Lardò

Un giorno nella vita di Cecilia Lardò

Su prenotazione si può partecipare a un bellissimo laboratorio per i bambini (4-7 anni) con materiale di ogni tipo, colori e naturalmente carta con lo scopo di imparare a costruire un libro.

Dopo una bella visita ai libri esposti alle pareti ci siamo seduti ad ascoltare Anna e Barbara che hanno letto, o meglio animato alcune letture alle spalle di una libreria anch’essa a forma di libro.  M6 non ha staccato loro gli occhi di dosso.

Circa 100 libri da ammirare con i propri bimbi.

Circa 100 libri da ammirare con i propri bimbi.

M6 non perde una parola delle letture animate.

M6 non perde una parola delle letture animate.

Infine delle divertenti orme colorate ci hanno condotto ad alcuni tavolini pieni di  materiale e colori per concludere la visita alla mostra con un interessante laboratorio: Barbara Archetti ha spiegato ad adulti e bambini come realizzare un libro e ogni bimbo ha realizzato e inventato il suo con una storia personale che poi ha raccontato a tutti.

È stata una mattina divertente e istruttiva. M6 è tornata a casa entusiasta e con molta voglia di lavorare con forbici, colla, materiale vario e quant’altro trovasse in casa. Devo controllare cosa prende per realizzare i prossimi libri.

Adoro guardare M6 che disegna, scrive, ritaglia, incolla...

Adoro guardare M6 che disegna, scrive, ritaglia, incolla…

PicMonkey Collage

Di seguito i laboratori che si svolgono nei fine settimana.

sabato 16 novembre, ore 16.30-18.00
domenica 17 novembre, ore 16.30-18.00

sabato 30 novembre, ore 16.30-18.00
domenica 1° dicembre, ore 16.30-18.00

Costo: 5,00 euro a bambino
Prenotazione obbligatoria: Anna Pisapia, anna.pisapia@gmail.com

Speciale Bookcity
sabato 23 novembre, ore 16.30-18.30
Laboratorio Armani JR per decorare i bozzetti della collezione Armani Junior

domenica 24 novembre, ore 10.30-12.00
Visita guidata e un laboratorio di costruzione di libri, a cura di Francesca Archinto e Anna Pisapia.

3 commenti

Archiviato in bimbi, Educazione, Eventi, iniziative, libri

Hanno tutti ragione di Paolo Sorrentino

Un libro diviso in tre tempi, scandito dai luoghi in cui vive il protagonista, il primo a Napoli, città natale, il secondo in Brasile e il terzo nuovamente in Italia.

Il cantante napoletano Tony Pagoda narra in prima persona la sua vita italiana durante la quale ha avuto tutto ciò che potesse desiderare: successo, soldi, donne e amicizia, quella vera e quella falsa. Fino a un punto della sua esistenza:

“non volevo soltanto la mia vita, ma anche quella di tutti gli altri… Un’ingordigia solenne… un paguro che deve fare punteggio.”

Fino a che si rende conto che sta perdendo il senso dell’appartenenza, ora è tutto chiaro:

“Benissimo, è ora di trovarne un altro. Un altro luogo, altre facce, un’altra vita.”

Lascia tutto ciò che possiede in Italia e parte per una tournée in Brasile dove resta per diciotto anni senza avere più il minimo contatto con la sua patria.

Convive, dentro e fuori casa in un paese dell’amazzonia, Manaus, con grandi e infiniti scarafaggi; li detesta, ma non rinuncia alla libertà della sua nuova vita.

Solo un assegno da due miliardi e trecento milioni di lire lo convince a tornare in Italia e suonare per un ricco deputato e diventare suo “amico” per 40 milioni di lire al mese.

Già dopo poche pagine volevo interrompere la lettura, non mi piacciono i libri che dispensano volgarità e parolacce, ma ho continuato fino in fondo e ho capito il motivo di tanta sguaiatezza: con questo stile l’autore ha voluto sottolineare la vita boccacesca di Tony Pagoda e forse sottolineare la differenza dello stile di vita degli anni che trascorre in Brasile, senza sniffare e andare a donne, nonostante sia il paese con le più belle femmine.

A parte la descrizione nuda e cruda di alcune situazioni Hanno tutti ragione è denso di perle di saggezza, ragionamenti sul rapporto uomo-donna che non fanno una grinza e che inducono anche alla riflessione.

E non mancano citazioni, a volte ironiche a volte divertenti o drammatiche, prese dal repertorio musicale contemporaneo:

“Beatrice… mi tradì, dando ragione … a tutta la sterminata discografia di Riccardo Cocciante, che sul tradimento ha costruito almeno dodici diversi conti correnti miliardari in altrettante diverse banche.”

Il giudizio finale non è molto positivo, non consiglierei la lettura di Hanno tutti ragione.

Lascia un commento

Archiviato in libri, Recensioni

Fai bei sogni di Massimo Gramellini

Ho letto tutto d’un fiato Fai bei sogni di Massimo Gramellini. Togliere sonno prezioso alle mie notti continuamente interrotte da C1 e M4 non è stato faticoso, almeno in questa circostanza.

“È nulla il morire. Sapventoso è non vivere.”

Il coraggioso romanzo di Gramellini mi ha fatto rendere conto, ancora una volta, di quanto sia importante la presenza della mamma, non solo durante l’infanzia ma anche in questi miei anni, alla soglia dei miei primi anta.

In Fai bei sogni Massimo Gramellini racconta ai suoi lettori la storia più intima e drammatica che lo ha coinvolto: la perdita, incomprensibile e inaccettabile, della sua mamma quando aveva 9 anni. Narra la sua crescita fisica ma la sua indifferenza nei confronti di ciò che lo circonda; in seguito i vani tentativi del giovane uomo di mettere le ali e volare nonostante il peso che lo trattiene, fino alla “liberazione”: l’accettazione della sorte di sua madre, più che della scoperta della verità, dato che fin dall’inizio Massimo sapeva cosa era successo, ma non era in grado di razionalizzare.

Non sapendo scrivere come l’autore preferisco lasciare ad alcune delle sue frasi o a citazioni di altri contenute nel libro il mio apprezzamento alla sua opera di sartoria analitica, come definisce Gramellini stesso il romanzo. La frase di Bjorn Borg che punta all’autostima sembra scritta anche per me:

“Il tuo problema è che manchi di fiducia in te stesso e questo ti porta a perdere il controllo delle tue azioni.”

E sui mostri del cuore:

“I mostri del cuore si alimentano con l’inazione. Non sono le sconfitte a ingrandirli, ma le rinunce.”

E sui sogni:

“Se un sogno è il tuo sogno, quello per cui sei venuto al mondo, puoi passare la vita a nasconderlo dietro a una nuvola di scetticismo, ma non riuscirai mai a liberartene. Continuerà a mandarti dei segnali disperati, come la noia e l’assenza di entusiasmo, confidando nella tua ribellione.”

Questa la sento particolarmente mia, perché con altre parole è sempre stata una affermazione di mia madre:

“Noi maschi non riusciamo a fare due cose insieme. Per questo abbiamo edificato una società che ci consente di farne una sola, lasciando il resto del carico alle nostre compagne.”

E infine sul suo cane di cui ha scritto parole deliziose:

“Billie intercetta l’energia dell’amore… se due persone si abbracciano all’interno del suo campo di ricezione, sentiranno uno spostamento d’aria intorno alle caviglie. È l’angelo dell’amore che sventola la coda e fa le linguacce, felice.”

Semplicemente meraviglioso. Da leggere.

2 commenti

Archiviato in libri, Recensioni

Giochiamo allo yoga

Quest’anno per il ponte di Sant’ambrogio/Immacolata siamo stati invitati nella casa al mare di amici.
La casa era popolata fondamentalmente da piccole femmine di età varie:
E. 4 anni + M. 4 anni + M. quasi 3 anni + C. 18 mesi + I. 1 mese

Considerando che le due più grandi non dormono più il pomeriggio, l’unico momento di calma assoluta era la sera dopo averle allettate tutte, ah che pace!!!

Tra le varie attività della bella vacanza oltre a stare in spiaggia a piedi scalzi con secchielli e palette e cercare di convincere noi genitori di lasciarle fare il bagno, le 5 zabette si sono dilettate nella pratica dello yoga con il libro di Claudia Porta, Giochiamo allo yoga.

Per noi ormai è un compagno di viaggio fedele e lo abbiamo regalato agli amici: un libro in cui due giovani personaggi immaginano di intraprendere un viaggio assumendo le pose di animali vari, il gatto, l’aquila, la farfalla…

“…La pratica regolare dello yoga permette di gestire l’ansia e lo stress, facilita la concentrazione, la memorizzazione e l’apprendimento, riduce l’impulsività e migliora la capacità di ascolto.”

Niente di meglio per fare calmare delle bimbe scatenate, in continua sollecitazione.

Le belle illustrazioni di Marghanita Hughes sono semplici, di facile consultazione anche per i bambini.

Personalmente ho frequentato un solo corso di yoga ma non riuscivo a seguirlo, mi addormentavo regolarmente. Praticarlo con le bambine è molto divertente e crea complicità.

Lascia un commento

Archiviato in bimbi, libri

Ginnastica per tardone

Raccolta di esercizi fisici per mantenersi in forma.
Scritto molto bene e molto semplice nella descrizione degli esercizi.

Dal dizionario Treccani
tardona s.f. donna in età non più giovane, specialmente se mantiene od ostenta modi, atteggiamenti e abbigliamento giovanile.

Dal gergo delle ultraquarantenni
tardona s.f. simpatico appellativo riferito ad affascinanti signore di mezza età, curiose e disponibili verso la vita, gli altri e se stesse.
Dotate di grande ironia.
Non millantano di essere giovani, lo sono.

Lascia un commento

Archiviato in libri