Conoscete l’omeopatia?

Osservare attentamente ciascun fenomeno naturale, risalire dalla osservazione di più fenomeni alla ricerca generale della legge che li governa, riprodurre il fenomeno seguendo la legge che lo ha prodotto. (C.F.S. Hahnemann 1755-1843, fondatore dell’Omeopatia)

La mamma rientra nelle categorie di coloro che acquistano più medicine nel corso dell’anno.
La mamma cerca di prevenire i malanni autunnali; cura l’influenza, la bronchite e le malattie tipiche dei mesi invernali; in primavera le allergie, i lividi e le sbucciature delle ginocchia e in estate si prende cura della pelle dei bimbi esposti al sole intenso del mare e della montagna e del mal di viaggio nel trasferimento in auto fino al luogo di villeggiatura.

Quando FattoreMamma mi ha invitata a partecipare all’evento in Boiron il 25 settembre 2012 ho subito accettato.

Un mio antenato Carlo Cabella, prozio di mio padre, presiedette, nel 1947, alla costituzione dell’Associazione Omeopatica Italiana.
Sono sempre stata curata associando la medicina tradizionale a quella omeopatica, ma in età adulta non ho mai approfondito.

Dopo una calorosa accoglienza a base di caffè, succhi, brioche e frutta, tutte le mamme, e un papà, sono stati invitati a rispondere a 15 domande che hanno messo alla prova la nostra conoscenza dell’omeopatia… il tutto attraverso un divertente quiz con tanto di palette per le risposte. (Hashtag per twitter #mammeinboiron).

Così ho scoperto che:

  1. L’omeopatia non è una fede in cui credere, è una terapia. Infatti funziona anche sugli animali che non sono in grado di sviluppare una reazione psicologica.
  2. Gli omeopatici sono medicinali; infatti con D. Lgs. 185/95 lo Stato Italiano ha ufficialmente riconosciuto il “medicinale omeopatico” che ha recepito la direttiva europea n.92/73 CEE.
  3. I medicinali omeopatici si dividono in medicinali specialità e medicinali a nome comune.
  4. Esistono delle differenze tra fitoterapici, dove le materie prime sono di origine vegetale e medicinali omeopatici, in cui le sostanze di partenza sono di origine vegetale, animale, minerale e chimica.
  5. Si può ricorrere all’omeopatia in casi di patologie lievi, cura di malattie croniche e in prevenzione.
  6. I medicinali omeopatici si possono assumere in concomitanza con altre terapie, in un’ottica di integrazione alle cure tradizionali.
  7. L’omeopatia agisce velocemente soprattutto nella cura di patologie acute: mal di testa, mal di gola…
  8. In alcuni casi, in associazione al consiglio del farmacista, ci si può curare da soli. In ogni caso, se i sintomi persistono, è necessario consultare un medico.
  9. La qualifica di medico omeopata si può conseguire dopo avere ottenuto la Laurea in Medicina e Chirurgia, completando la propria formazione seguendo corsi di omeopatia.
  10. In Italia, secondo il D. Lgs. 219/2006 le indicazioni terapeutiche delle specialità omeopatiche non possono essere comunicate al pubblico, ma solo al farmacista o al medico omeopata.
  11. Durante la gravidanza e l’allattamento si possono assumere medicinali omeopatici sotto consiglio del medico, del ginecologo o del farmacista.
  12. In genere in omeopatia la posologia è la stessa indipendentemente dall’età del paziente.
  13. Ai bambini, i granuli e i globuli, si possono somministrare facendoli sciogliere sotto la lingua o in un po’ d’acqua.
  14. Esistono specialità omeopatiche, per le patologie invernali, che si possono assumere in prevenzione, al manifestarsi dei primi sintomi e nella fase acuta della malattia.
  15. La tosse si può curare con medicinali omeopatici.

Dopo tante e utili nozioni, acquisite in un’atmosfera molto gradevole, e dopo che la dr.ssa Elena Bosi, pediatra esperta in omeopatia e fitoterapia e lo staff di Boiron hanno risposto alle nostre interminabili domande, abbiamo gustato un delizioso pranzo nel giardino dove ci accolti Gregorio Mancino, fondatore di Movimentart, artista che su pattini a rotelle ha colorato in diretta delle borse davvero originali e uniche: erano proprio dei pezzi unici che ci hanno regalato a fine evento.

Come momento finale di questa intensa giornata abbiamo visitato gli uffici della Boiron e mi sono accorta che gli ambienti di questa azienda sono più colorati della scuola materna di mia figlia: Gregorio Mancino è stato chiamato ad abbellire le pareti, i mobili, i pavimenti degli gli uffici, delle sale riunioni… secondo il concetto che in un ambiente piacevole è più stimolante lavorare e quindi ottenere risultati.

 

Annunci

1 Commento

Archiviato in bimbi, Salute

Una risposta a “Conoscete l’omeopatia?

  1. 16. L’omeopatia è una grande presa in giro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...