Gatto, il Gatto con gli Stivali.

Sarà perché mio padre tirava di scherma: questa disciplina mi ha sempre affascinata ma non ho mai avuto l’occasione di farne pratica. Purtroppo quando le mamme blogger della Universal si sono riunite al Circolo della Spada Mangiarotti di Milano per festeggiare l’arrivo di Puss in Boots – Il Gatto con gli Stivali io facevo la mamma crocerossina…

E quindi anche questa occasione, di fare pratica, è saltata ma non quella di vedere il Gatto con gli Stivali, il miglior film d’animazione dell’anno.

Dopo che Il Gatto con gli Stivali compare nella saga di Shrek, la produzione ha deciso di scrivere un film interamente dedicato a questo coraggioso personaggio.

Gatto viene ingaggiato dal suo amico di sangue Humpty Alexander Dumpty, che lo ha tradito anni prima, per recuperare dei fagioli d’oro. Gatto sniffa il pericolo e in ogni caso non vuole più avere a che fare con il suo ex-amico. Solo il fascino di Kitty zampe di Velluto lo convince a intraprendere l’impresa.

Questo film presenta e sviluppa una serie di valori quali il senso dell’onore, la lealtà, l’amicizia, la generosità sempre in lotta con la violenza, l’avarizia, il disonore, la slealtà…

I caratteri dei personaggi sono piuttosto complessi soprattutto quello di Humpty Dumpty, un uovo, orfano, che incarna la lotta tra il bene e il male: diviene fratello di sangue con Gatto, ma lo tradisce per avarizia; ha bisogno della forza di Gatto per accaparrarsi l’oca dalle uova d’oro ma non svela il suo accordo con i due malvagi Jack e Jill. Infine però il suo riscatto è totale…

“Non è mai troppo tardi per fare la cosa giusta”, in questa frase si cela la morale del film, una massima che è entrata nel mio taccuino delle quotation.

Antonio Banderas dà la voce a Gatto anche in italiano, rendendolo un macho a tutti gli effetti. La voce profonda stride con le forme e i movimenti da gattino del suo personaggio: è questo a rendere particolarmente divertente tutto il film.

È interessante anche l’epilogo della storia che non è più quella di una volta … e vissero tutti felici e contenti. D’altra parte i gatti sono animali solitari.

Annunci

1 Commento

Archiviato in bimbi, dvd, Recensioni

Una risposta a “Gatto, il Gatto con gli Stivali.

  1. Pingback: Pina Topolina. | mammatutto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...